RETI DI RLS PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE

Il progetto è finalizzato a migliorare conoscenze e competenze dei RLS (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza) e RLST (RLS territoriali) del settore agricolo, implementando Reti di interconnessione fra RLS, incrementando il livello delle reti esistenti, potenziando la cultura della prevenzione e della promozione della salute secondo i principi e i metodi dell’Igiene Occupazionale. Sarà creato un modello applicativo dei suddetti principi alle reti, riferito a specificità e problematiche degli ambiti vitivinicolo, oleario e florovivaistico, comprendente schemi e materiali formativi specifici per gli RLS e per gli studenti di scuole e università orientate al settore dell’agricoltura.

I partner del progetto, finanziato da INAIL, sono l’Associazione Italiana degli Igienisti Industriali (AIDII), che svolge il ruolo di coordinatore nella fase di proposta progettuale, la sezione “Health Service Research” del Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica (DMSC) dell’Università degli Studi di Firenze, la Confederazione Italiana Agricoltura Toscana (CIA) e la società Vie en.ro.se. Ingegneria s.r.l.

Il progetto parte da un’analisi di contesto che, nello specifico del settore agricoltura, ha visto in generale un forte aumento del numero di malattie professionali e un consistente numero di infortuni. A partire da queste considerazioni, il progetto affronterà le problematiche del ruolo dei RLS che, come risulta da recenti analisi di fabbisogni effettuate, lamentano difficoltà di ordine generale, quali la mancanza di procedure aziendali per la raccolta e la risposta alle segnalazioni dei lavoratori, il rapporto inefficace con i Datori di Lavoro e con le altre figure della sicurezza, e che ritengono come strumenti più utili per l’aggiornamento i “gruppi di miglioramento e formazione”.
Il progetto mira a creare un “luogo” dedicato di confronto, stimolo e di condivisione di soluzioni e buone pratiche finalizzato al rafforzamento del ruolo del RLS/RLST.

Il progetto si basa sulla creazione di una rete nazionale dei RLS/RLST, del settore agricoltura, con specifico riferimento ai settori oleario, vitivinicolo e florovivaistico, per favorire collaborazione e sinergia fra gli RLS attraverso lo scambio di esperienze, buone prassi e metodologie di lavoro. La rete sarà realizzata ex novo o collegandosi a reti regionali eventualmente esistenti. La rete sarà strutturata a livello informatico: sarà implementato un sito web che fungerà da portale per la distribuzione delle informazioni e dei materiali, da base di indirizzamento verso la piattaforma e-learning dell’INAIL e da server per un forum permanente di interscambio fra RLS del settore agricoltura.
Le diverse azioni del progetto (creazione di una rete, progettazione e implementazione del portale web, definizione di percorsi formativi mirati, valutazione dei risultati mediante un sistema di indicatori di riuscita del progetto, disseminazione) si ispireranno all’apprendimento delle basi tecnico-pratiche dell’igiene occupazionale nonché alla Promozione della Salute, intesa come il processo che consente alle persone di esercitare un maggiore controllo sulla propria salute e di migliorarla. Le abitudini in ambito lavorativo saranno considerate in combinazione con le abitudini di vita, secondo un approccio che valuta la promozione della salute non come responsabilità esclusiva del settore sanitario ma come un’attività che necessita di azioni sinergiche e intersettoriali con altri ambiti sociali.

Per maggiori dettagli visita i seguenti link:

https://www.reterls.it

https://www.inail.it/cs/internet/istituto/progetti/progetto-reti-rls-promozione-salute.html