ACUSTICA: SUONI, PERCEZIONE, PAESAGGIO SONORO. PROGETTARE LA QUIETE O L’ARMONIA?

Ci sono suoni che incantano e suoni che disturbano. Qual è il mestiere del progettista acustico?

È quello di progettare i giusti paesaggi sonori negli ambienti di vita e di lavoro; progettare, nell’ambiente esterno e negli edifici, spazi e sistemi per limitare il disturbo e per rendere l’incanto più dolce e più vero. Per il progettista acustico gli scenari di studio e di lavoro sono storicamente caratterizzati da suoni emessi, trasmessi, immessi, che portano rispettivamente allo studio delle sorgenti, dei cammini di propagazione e dei ricettori. Il lavoro di progettazione acustica si configura come dimensionamento di barriere, pannelli, sistemi di mitigazione destinati ad assorbire i suoni che disturbano o a isolare ambienti sorgenti da ambienti riceventi, riducendo le quantità di rumore disturbante emesse o immesse, misurate secondo specifiche metrologiche quantitative e oggettive. Allo stesso modo la progettazione degli spazi destinati alla fruizione dei suoni che incantano o che informano (teatri, sale, auditorium, aule scolastiche) si basa su parametri oggettivi destinati a ottimizzare la riverberazione e la sonorizzazione degli spazi di ascolto.

Autori: Fitti, Luzzi