COMFORT E PERCEZIONE ACUSTICA COME ELEMENTI DELLA PROGETTAZIONE DEGLI AMBIENTI DI LAVORO

Il rumore produce sull’uomo effetti uditivi ed extra-uditivi, che interessano l’organo dell’udito e altri organi ed apparati. Le categorie che rappresentano gli effetti del rumore sulla salute sono però oggetto di ridefinizione a livello scientifico e applicativo, comprendendo oltre alle patologie dell’apparato uditivo e di altri apparati e organi, anche problemi legati alla percezione multisensoriale del discomfort, che rientrano nelle categorie del disturbo da rumore e dell’annoyance. Nella progettazione edilizia e architettonica dei luoghi di lavoro, molti sono gli spazi che presentano caratteristiche strutturali e di arredo inadatte alla corretta propagazione e ascolto dei suoni che hanno come conseguenza i suddetti problemi. In questo lavoro, a partire dall’esperienza degli autori, si propone un approccio alla progettazione della qualità acustica degli ambienti lavorativi, siano essi spazi propriamente destinati al parlato e all’ascolto (aule scolastiche, teatri, auditoria, etc.) oppure spazi comunque caratterizzati dalla necessità di una chiara ed efficace comunicazione verbale e comprensione di messaggi e segnali acustici.

Autori: Luzzi, Fusi, Busa, Borchi