ESEMPI DI SOLUZIONE DELLE PROBLEMATICHE APPLICATIVE DEL D.LGS. 195/2006 NEL SETTORE DELL’ASSEMBLAGGIO

L’entrata in vigore del D.Lgs. 195/2006 ha introdotto alcune novità per le aziende che devono procedere alla valutazione dell’esposizione dei lavoratori al “rischio rumore”.
Le principali novità sono riassumibili nelle seguenti:
– l’introduzione di alcuni parametri per una valutazione “preliminare” del rischio fra i quali la valutazione delle interazioni fra sostanze ototossiche, vibrazioni e rumore, la presenza di rumore impulsivo, la presenza di segnali di avvertimento di comune ricorrenza;
– l’introduzione dell’obbligo di procedere alla misurazione del rumore solo nel caso che la valutazione preliminare faccia ritenere che i valori inferiori di azione siano superati;
– l’obbligo di verificare l’efficacia dei dispositivi di protezione individuale dell’udito (DPI-u);
– l’introduzione di un valore limite di esposizione il cui rispetto è da valutare con i dispositivi di protezione individuali indossati;
– l’obbligo di elaborare e applicare, al superamento del valore superiore di azione, un programma di misure tecniche e organizzative volte a ridurre l’esposizione al rumore.

Autori: Calonaci, Di Gregorio, Fusi