IL PROGETTO “RETI DI RLS PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE”: RISULTATI E CONSIDERAZIONI A METÀ DEL PERCORSO

Il progetto “Reti di RLS per la Promozione Della Salute”, cofinanziato dalla Direzione Generale Prevenzione di INAIL, finalizzato al miglioramento delle conoscenze e competenze dei RLS/RLST del settore agricolo, è giunto al primo anno di attività. Esso si riferisce agli ambiti vitivinicolo, oleario e florovivaistico, ed ha come principali finalità l’implementazione di reti di interconnessione fra RLS ed il potenziamento della cultura della prevenzione e della Promozione della Salute secondo i principi dell’Igiene Occupazionale.
Fa parte dei progetti finalizzati allo sviluppo dell’azione di prevenzione in materia di salute e sicurezza sul lavoro, nell’area di intervento “Informazione e sviluppo della cultura della prevenzione per la figura del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza, con particolare riferimento ai settori dell’edilizia, dell’agricoltura ed alle aziende sanitarie ed ospedaliere”. Il gruppo di lavoro è costituito da AIDII (capofila mandatario), dal Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica dell’Università di Firenze (Cattedra di Medicina del Lavoro), dalla Confederazione Italiana Agricoltori Toscana e da Vie en.ro.se. Ingegneria. Nell’articolo si riferisce su attività svolte, risultati e possibili considerazioni a metà del progetto.

Autori: Luzzi, Fusi, Arcangeli, Alberti