L’APPLICAZIONE DEL D.M. 29-11-2000 AI GESTORI DEI SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO URBANO

Il Decreto del Ministero dell’Ambiente 29-11-2000 fissa i criteri per la predisposizione da parte delle società e degli enti gestori dei servizi pubblici di trasporto o delle relative infrastrutture di piani per il contenimento e l’abbattimento del rumore prodotto nell’esercizio delle infrastrutture stesse. Il decreto prevede: l’individuazione delle aree in cui, per effetto delle immissioni di rumore, si superano i limiti di immissione; la determinazione del contributo specifico di ciascun gestore di servizi o infrastrutture al superamento dei limiti; la presentazione di piani di contenimento e abbattimento del rumore, come previsto dalla L.447/95 (legge quadro sull’inquinamento acustico), con obiettivi di risanamento da conseguire, attraverso opportuni interventi, entro 15 anni dalla sua entrata in vigore. Il 27 ottobre 2006 si è svolto a Firenze un seminario dal titolo “L’applicazione del D.M. 29-11-2000 ai gestori dei servizi di trasporto pubblico urbano”, nel corso del quale sono stati affrontati i diversi aspetti connessi all’applicazione del decreto: dal monitoraggio del clima acustico delle aree attraversate alla misura dei livelli di emissione dei veicoli mediante un originale soluzione di trasmissione dati via web, alla determinazione dei contributi specifici da attribuire a ciascun gestore, necessari per la stesura del piano di contenimento e abbattimento del rumore prodotto nell’esercizio del servizio pubblico.

Autori: Luzzi