L’IMPATTO ACUSTICO E LA SUA VALUTAZIONE

Il panorama legislativo italiano si è adeguato nel corso dell’ultimo decennio alla normativa internazionale in materia di controllo delle emissioni e del rischio fisico. Sono state recepite le principali direttive comunitarie in materia di valutazione dell’esposizione al rumore nell’ambiente esterno, negli ambienti abitativi, negli ambienti di lavoro. Le direttive CEE (e le conseguenti leggi nazionali di recepimento) unitamente alle norme armonizzate UNI EN ISO a cui le leggi fanno riferimento, hanno fornito ai tecnici, ma anche ai datori di lavoro, ai lavoratori e ai cittadini:

– metodologie e procedure per la valutazione dei livelli di inquinamento acustico ambientale e di esposizione personale al rischio rumore;

– livelli di riferimento, intesi come valori di confronto per verificare se un determinato ambiente di vita o di lavoro possiede i requisiti minimi di salute e sicurezza acustica per le persone che lo frequentano;

– diritti e doveri di ciascuno per l’attuazione di un sistema di prevenzione, controllo e riduzione del rischio acustico rilevato.

Autori: Luzzi