METODI E PROCEDURE PER L’APPLICAZIONE DELLE LINEE GUIDA RFI PER LA PREVISIONE E IL CONTROLLO DEL RUMORE DEI CANTIERI FERROVIARI

Le Linee Guida di RFI forniscono uno strumento di valutazione che può essere impiegato in tutti gli scenari di lavorazione previsti dalla manutenzione ordinaria e straordinaria delle linee ferroviarie. Nella stesura delle Linee Guida è stata definita una procedura che permette di valutare il contributo rumoroso prodotto dall’attività di cantiere in maniera semplice e rapida: l’impiego di questo metodo consente di determinare il livello di superamento da chiedere in deroga ai Comuni nei quali si svolge l’attività di cantiere senza che sia necessario, da parte dell’utente, possedere particolari competenze nel campo dell’acustica ambientale. Per impiegare questo metodo è infatti sufficiente conoscere in maniera dettagliata il cronoprogramma della lavorazione, la tipologia e il fattore di utilizzo su base oraria dei macchinari che vi prendono parte. Una volta definito lo scenario di emissione acustica, l’utente dispone di un supporto informatico e cartografico di base che gli consente di determinare i livelli rumorosi prodotti dal cantiere in una varietà di scenari di immissione, ove mediante una semplice procedura di sovrapposizione di layer cartografici, si possono determinare i livelli rumorosi presenti sulla facciata dei ricettori più esposti.
In questa memoria vengono presentate le procedure che riguardano le operazioni di cantiere più diffuse, e perciò standardizzate in una serie di scenari “tipici”, ma anche quelle meno usuali, ove le Linee Guida forniscono metodiche per l’adattamento degli scenari tipici o per la costruzione di nuovi scenari, mediante semplici algoritmi implementati in fogli di calcolo di semplice utilizzo.

Autori: Barbieri, Bellomini, Luzzi