QUANTO COSTA UN PROGETTO ACUSTICO?

Nella realizzazione di opere edilizie e infrastrutturali vi è uno stretto legame tra qua-lità del progetto e qualità dell’opera realizzata.
In molte fasi della progettazione edilizia e infrastrutturale si richiedono prestazioni specialistiche legate all’acustica.
Lo stesso accade nell’ambito della pianificazione urbanistica, del controllo dell’esposizione al rischio rumore e della progettazione di macchinari e impianti che devono essere messi in commercio rispettando specifiche normative e di certificazione che riguardano la rumorosità prodotta.
In ambito pubblico e privato, i meccanismi di affidamento degli incarichi agli spe-cialisti in acustica sono molteplici. Le formulazioni dei capitolati di gara e dei discipli-nari di incarico riferiti a una stessa prestazione sono spesso molto diversi. I relativi im-porti di quantificazione dei compensi lo sono ancora di più.
Il panorama legislativo sulla determinazione dei corrispettivi da porre a base di gara nei contratti pubblici ha subito negli ultimi anni modifiche che, in modo diretto o più probabilmente indiretto, possono interessare la definizione e il costo di alcune delle pre-stazioni obbligatorie riguardanti in particolare l’acustica ambientale ed edilizia.
In questa memoria si evidenzia l’esigenza di riferimenti certi per la quantificazione dei costi minimi che potrebbero (dovrebbero) utilizzare gli enti pubblici e i committenti privati nelle procedure di affidamento di incarichi relativi alla progettazione acustica e alle altre prestazioni ad essa collegate.

Autori: Luzzi, Pardini