SUONA LA CITTA’ – L’ESPERIENZA DEI “PAESAGGI SONORI URBANI” DI PISTOIA

Il 26 e 27 aprile 2018 si è tenuta a Pistoia la prima edizione di “paesaggi sonori urbani” un workshop, patrocinato dall’associazione italiana di acustica, sui temi dell’ambiente sonoro delle città, articolato in una serie di lezioni ed esperienze atti-ve di fruizione del paesaggio sonoro.
In questa memoria si riferisce dell’esperienza pistoiese e della sua articolazione in momenti di confronto scientifico ed esperienze immersive nei soundscape cittadini.
Continuando un percorso che negli ultimi anni ha visto Pistoia e il suo polo universitario (UNISER) protagonisti di esperienze ed eventi riguardanti il paesaggio nelle sue diverse declinazioni, è stato organizzato il workshop evento sui Paesaggi Sonori Urbani, considerando gli aspetti della mitigazione del rumore, della percezione del comfort e della progettazione acustica di sistemi per la composizione e la correzione del paesaggio sonoro percepito. L’idea che ha ispirato gli organizzatori è quella di esplorare l’anima sonora delle città, da molti possibili punti di osservazione, attraverso i suoni e i paesaggi sonori urbani che la generano e la caratterizzano. Nel corso dei diversi momenti in cui si sono articolate le giornate pistoiesi si è parlato e poi sperimentato come l’impronta sonora delle città con il metodo delle passeggiate sonore, possa essere studiata e valorizzata mediante la conoscenza dei suoni naturali e artificiali che caratterizzano l’epoca in cui viviamo, definita antropocene, dove l’impatto delle attività umane e delle antropofonie ad esse associate, sta ridefinendo il clima acustico del pianeta.
Il disturbo da rumore e l’annoyance, sempre più considerata come parametro di riferimento per la definizione della sofferenza acustica percepita, così come il benessere acustico percepito possono diventare elementi per la corretta progettazione degli spazi urbani e dei luoghi destinati al parlato e all’ascolto.
Nelle giornate sui “Paesaggi Sonori Urbani” non sono mancati riferimenti ad approcci metodologi e casi studio reali e, fra questi ultimi, a esperienze comprendenti il silenzio, il rapporto tra rumore e musica, le contaminazioni tra composizioni musicali, tra i suoni naturali e i suoni della quotidianità.

Autori: Luzzi, Bartalucci, Brusci, Radicchi, Natale