TOLLERABILITÀ DEL RUMORE E QUALITÀ DELLA VITA

Nell’insieme delle attività che caratterizzano l’Ingegneria Forense, si collocano i sempre più frequenti accertamenti tecnici che riguardano problematiche di acustica. Le consulenze tecniche d’u.icio e di parte richiedono speciali competenze per la misura fonometrica e la valutazione della rumorosità di ambienti, impianti, macchinari e attività. Gli ambiti giuridici interessati comprendono principalmente procedimenti relativi alla non conformità edilizia e al disturbo generato dalle immissioni di rumore. In questo articolo gli autori forniscono un quadro aggiornato dei riferimenti metodologici e normativi sul tema della tollerabilità del rumore e di come questo possa determinare danni alla salute e peggioramento della qualità degli ambienti di vita. In questo contesto si chiariscono gli aspetti tecnici e giuridici di quanto disposto dalla Legge 447/95 e dai suoi decreti attuativi, relativamente alle modalità di rilevamento dei rumori e ai limiti di tollerabilità in materia di immissioni rumorose, confermando la piena applicabilità e validità dell’art. 844 c.c. per la tutela dei soggetti disturbati dalle immissioni, anche alla luce dei più recenti aggiornamenti legislativi.

Autori: Luzzi, Durelli, Giuliano